Urso (FdI): «Con Orban e Meloni un’alleanza dei patrioti per rifondare l’Europa».

«Ho conosciuto Viktor Orban nel 2001, quando assunsi l’incarico di Viceministro del Commercio Estero, ma l’incontro che si è tenuto oggi al Parlamento di Budapest è stato sicuramente il più significativo, perché consente di delineare uno scenario politico alla destra europea: nasce l’Alleanza dei Patrioti che può rifondare l’Europa». Così Adolfo Urso, candidato di Fratelli d’Italia al Senato e presidente della fondazione Farefuturo, ha commentato l’incontro tra il presidente dell’Ungheria Orban e la candidata premier di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che ha accompagnato in questa importante missione all’estero.

«Giorgia Meloni e Viktor Orban possono indicare alle altre destre europee una visione comune e una strategia condivisa – ha continuato -. Sono felice di aver contribuito a un atto che segna la storia della destra italiana finalmente ricostruita anche sul piano della politica europea. Il lavoro che insieme faremo al tavolo delle Fondazioni che oggi è nato potrà essere utile anche ai nostri paesi per agire insieme nel tutelare gli interessi nazionali e riformare i Trattati Europei».

Secondo Urso, infatti, lo spostamento dell’asse sul nuovo network europeo è una delle priorità per il governo dei patrioti: «Italia e Visegrad possono cambiare gli equilibri europei, confrontandosi con l’asse franco-tedesco su posizioni di forza, il nuovo governo che uscirà dalle urne avrà la capacità di farsi sentire e di tutelare meglio gli interessi nazionali dell’Italia».

Il rapporto di partnership italo-ungherese diventerà anche scientifico: «Europa delle Patrie, Europa delle Nazioni. Farefuturo ha organizzato l’incontro e promuoverà il successivo meeting che si svolgerà a Roma in cui nascerà un gruppo di lavoro permanente con le altre fondazioni europee che intendono collaborare insieme per la nuova Europa».

Condividi questo post