Per un’Italia forte servono istituzioni forti

Per un’Italia forte servono istituzioni forti

La costruzione di un’Italia più forte nel mondo passa anche attraverso un rinnovamento ed una modernizzazione delle nostre istituzioni.

Il nostro Paese, purtroppo, è reduce da un tentativo dilettantistico di cambiare l’architettura costituzionale, privo di una visione seria e credibile, che ha finito col trasformarsi nell’ennesimo regolamento di conti interno al Partito Democratico.

Noi riteniamo che le istituzioni non siano proprietà privata di un partito ma che siano di tutti gli Italiani. Perciò sosteniamo con convinzione la necessità di una riforma costituzionale imperniata su tre direttrici:

1) trasformazione della Repubblica in senso presidenziale, con l’elezione diretta del capo dello Stato o del governo. Solo il presidenzialismo può assicurare un governo forte e stabile sin dal primo giorno dopo la chiusura delle urne, senza inciuci e giochi di palazzo.

2) un federalismo responsabile, che rafforzi e valorizzi le autonomie locali partendo dai municipi e da Roma capitale che custodisce l’unità nazionale e le cui risorse vanno adeguate agli standard delle principali capitali europee.

3) superamento del bicameralismo perfetto, riduzione del numero dei parlamentari e vincolo di mandato anti-ribaltoni.

Questa è l’Italia dei patrioti che noi vogliamo.

Condividi questo post

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi