Giornata della Memoria dei Caduti dell’Intelligence

Si è svolta questa mattina a Forte Braschi la cerimonia di commemorazione dei Caduti dell’Intelligence

Obiettivo della Giornata della Memoria che, istituita nel 2017 con direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri, ricorre il 22 marzo di ogni anno, è rendere omaggio ai funzionari dell’Intelligence italiana che hanno sacrificato la propria vita operando al servizio del Paese.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Franco Gabrielli ha dunque ricordato, preceduto da un intervento introduttivo del Direttore Generale del DIS Elisabetta Belloni, le figure di Vincenzo Li Causi,morto in Somalia nel 1993, di Nicola Calipari, che ha perso la vita in Iraq nel 2005, di Lorenzo D’Auria, ferito a morte in Afghanistan nel 2007, e di Pietro Antonio Colazzo, caduto a Kabul nel 2010. Ne sono state, in particolare, evocate le qualità umane e morali, e si è al tempo stesso sottolineato come l’intera comunità nazionale sia profondamente unita dal sentimento di commossa gratitudine per il loro esempio di abnegazione al dovere e di fedeltà alle istituzioni democratiche.

Alla cerimonia, svoltasi alla presenza dei familiari dei Caduti e dei Direttori di AISE, Giovanni Caravelli, e AISI Mario Parente, hanno preso parte il Ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale Luigi Di Maio, il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco, il Presidente Adolfo Urso e i membri del Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica (COPASIR).

Condividi questo post