Intervento

Intervento in Aula sul Meccanismo europeo di stabilità

Signor Presidente del Consiglio, ha iniziato il suo discorso alla Camera - doverosamente l'abbiamo ascoltata nel servizio televisivo - parlando di linguaggio mite e di rispetto delle istituzioni. Le vorrei dire che il rispetto delle istituzioni è anche quello che dovrebbe avere il suo Ministro dell'economia. Poco fa il senatore Pittella si è rivolto a lei e al Ministro dell'economia; ma non vedo accanto a lei, nei banchi del Governo, il Ministro dell'economia. Evidentemente è più avvezzo ai circoli...

Dibattito a Selvazzano

Sono intervenuto via Skype da Roma, perché trattenuto dal dibattito in Senato sulla informativa di Conte, al meeting organizzato da Enoch Soranzo nella sua Selvazzano. Con me anche l'assessore Elena Donazzan. Una straordinario successo frutto di un grande lavoro di squadra. Oltre trecento persone con tanti sindaci e amministratori, tra i quali Maria Elena Sinigaglia, Stefano Tonazzi, Gabriele Volponi, insieme con Massimo Giorgetti e Fabio Miotto, Tommaso Tommasi, Filippo Ascierto, Raffaele e Gabriele Zanon, Silvia Carpanese. Ora la destra...

Discussione del disegno di legge n. 1570 in materia di sicurezza nazionale cibernetica. Intervento in Aula del Sen. Adolfo Urso

"Signor Presidente, intervengo in questa sede sul provvedimento in esame ritenendolo non solo importante, ma fondamentale - e lo sottolineo - per lo sviluppo economico, la competitività del sistema Paese, la sicurezza e quindi la sovranità nazionale. Il provvedimento, in maniera un po' confusa, completa un iter iniziato il 7 giugno dell'anno scorso - data che non cito a caso - quando, come primo atto del Governo Conte I, fu deciso di applicare la golden power sulla Retelit, argomento di cronaca di questi giorni...

Informativa del Ministro dello sviluppo economico sulla situazione dell’azienda Ilva. Intervento in Aula del Sen. Adolfo Urso

  “Signor Presidente, abbiamo sentito per la prima volta, da parte di un esponente di Governo dei 5 Stelle, un appello al senso patriottico, perché il ministro Patuanelli ha concluso facendo appello a tutte le forze politiche a restare unite in questo momento così drammatico e così difficile. Poco fa un collega diceva che bisogna marciare compatti. Lo dico con senso di responsabilità, parlando a nome di Fratelli d'Italia che per sua natura è un partito patriottico e quindi ascolta...

Interrogazione sulla risoluzione dei diversi tavoli di crisi aziendale aperti presso il Ministero dello sviluppo economico

Signor Presidente, innanzitutto, anche a nome del Gruppo Fratelli d'Italia, mi associo al plauso, non solo virtuale, del Gruppo MoVimento 5 Stelle per l'esordio del Ministro dello sviluppo economico, ben sapendo quale eredità disastrosa è nelle sue mani, come peraltro dimostra il dibattito precedente e l'interrogazione che gli sottoponiamo sui 183 tavoli di crisi che risulterebbero, da notizie di stampa, essere nelle mani del suo Ministero. Dico risulterebbero perché il precedente Ministro - il suo capo politico, ministro Patuanelli...

Interrogazione al Ministro Patuanelli sulla risoluzione dei diversi tavoli di crisi aziendale aperti presso il MISE

" Premesso che: da notizie stampa si apprende che sono più di 183 i tavoli di crisi aperti al Ministero dello sviluppo economico, con circa 300.000 dipendenti coinvolti (senza contare l'indotto); il Ministro pro-tempore, rispondendo ad un question time, il 25 luglio 2019, ha ammesso che non esiste un registro ufficiale che definisca i tavoli di crisi aperti per cui "non è possibile fornire un numero che sia ufficiale"; il decreto "salva imprese" (decreto-legge n. 101 del 2019) che annunciava "Misure urgenti...

Italia con chi lotta per la libertà a Hong Kong

il 1 ottobre, a Pechino è stato celebrato il 70esimo anniversario del discorso con cui il rivoluzionario Mao Zedong annunciò la nascita della Repubblica Popolare Cinese, con grandi manifestazioni pubbliche, parate militari e festeggiamenti grandiosi; contemporaneamente a Hong Kong, mentre un gruppo di funzionari governativi assisteva alla cerimonia commemorativa a porte chiuse, la polizia fermava e perquisiva le persone nelle strade e sui mezzi pubblici, dopo aver chiuso almeno 18 fermate della metro; numerosi e violenti sono stati gli scontri...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi