Incontro con il Segretario di Stato Marian Majer

Oggi a colazione con l’ambasciatore di Slovacchia Karla Wursterova e con il Segretario di Stato del Ministero della Difesa della Repubblica Slovacca Marian Majervisita a Roma. In questo momento così delicato per l’Europa e l’Occidente, è importante rafforzare la collaborazione tra le nostre Nazioni e il sentimento europeo e atlantista che ci contraddistingue.

La sicurezza della Repubblica per fronteggiare la “guerra ibrida”

Testo dell’intervento in Aula del 15 marzo del senatore Adolfo Urso in occasione del dibattito sulla relazione annuale del Copasir Signor Presidente, cari colleghi, intervengo per la seconda volta in quest’Aula da quando sono stato eletto Presidente del Copasir nel giugno dell’anno scorso. L’ho fatto solo durante le comunicazioni del Governo sulla guerra in Ucraina, per dar conto proprio degli allarmi che il Comitato aveva espresso nelle sue relazioni sulla postura aggressiva della Russia in Ucraina e, più in generale,...

Articolo del presidente Adolfo Urso sulla Rivista Formiche

Energia e sicurezza nazionale, un connubio oggi fondamentale. L’ultimo rapporto del Copasir sul tema lancia un allarme che evidenzia come Italia ed Europa da sole non possano farcela e sottolinea la necessità sempre più marcata di un accordo con altri Paesi per mantenere un flusso di rifornimenti energetici invariato, perché il rischio di blackout è possibile e bisogna tenerne conto. Dopo la guerra del Kippur la storia ci insegna che una simile emergenza può avvenire, si pensi alla crisi...

Intervento del Sen. Adolfo Urso durante l’informativa di Draghi al Senato della Repubblica sull’Ucraina

Signor Presidente, intervengo per la prima volta in quest'Aula da quando sono stato eletto Presidente del Copasir, utilizzando il tempo che mi è stato concesso dal mio Gruppo per evidenziare innanzitutto proprio quanto il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica abbia fatto in questi mesi proprio sulle questioni che ora dovremo necessariamente affrontare, in un clima di emergenza sull'onda della guerra nella nostra Europa. Sarà poi il senatore La Russa, in sede dichiarazione di voto, a esporre la...

Sviluppo e competitività con l’Agenzia di Cybersicurezza Nazionale

Oggi ho partecipato alla conferenza “Sviluppo e competitività con l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale” organizzata dall’ANGI - Associazione Nazionale Giovani Innovatori. Siamo uno dei Paesi più attaccati e abbiamo più da perdere. La costituzione dell’Agenzia è la nostra linea del Piave. Spero inoltre sia realizzato il più velocemente possibile il cloud nazionale della Pubblica amministrazione e sia ultimato il completamento della banda larga.

In ricordo di Rosario Livatino – intervento in Aula

Signor Presidente, anche noi del Gruppo Fratelli d'Italia vogliamo rendere omaggio in questa sede al giudice Rosario Livatino, in occasione della sua beatificazione, essendo stato riconosciuto - come lei stessa, signor Presidente, ha affermato -, martire della giustizia e della fede. In questa sede vogliamo innanzitutto sottolineare e celebrare il suo valore come eroe civile: il giudice scrupoloso, lungimirante, soprattutto coraggioso e di elevato, eccezionale rigore morale. Apolitico, autonomo e indipendente, lontano da condizionamenti di qualsiasi natura, ma anche pronto...

Riordino ministeri

VI SIETE APPROPRIATI DELLE ISTITUZIONI CALPESTANDO LE REGOLE DEMOCRATICHE Ci dispiace dover esprimere un voto negativo su questo provvedimento che riguarda il riordino dei ministeri. Ci dispiace perché dobbiamo evidenziare che in questo riordino si rende più difficile il compito del Parlamento nel confrontarsi con l’esecutivo. Non è certo la prima volta che il governo cambia con un decreto l’architettura del governo. Per voi è un gioco dell’oca, vi siete appropriati delle istituzioni, non vi rendete conto cosa state facendo....

Senza l’acciaio l’Italia non riparte

Nel 2019 il settore siderurgico italiano ha fatturato 40 miliardi di euro, e in termini occupazionali fornisce lavoro a circa 70 mila dipendenti, che arrivano a 300 mila considerando tutto l’indotto (dati Mise). Tuttavia, la pandemia non ha risparmiato nemmeno questo settore, che in questo momento vive una doppia crisi: nazionale ed europea. L’Italia è tra i primi produttori di acciaio al mondo, e sul territorio nazionale sono dislocati i siti produttivi tra i più grandi in Europa: Taranto, Piombino, Terni, Genova, Trieste. Tre di questi hanno ormai proprietà straniere che, a...